agosto 2013

Crostata di crema, uva e pesche

Si, lo so. Durante le vacanze, chi più chi meno, a tavola ci siamo dati alla pazza gioia.                                                         Io per esempio, nelle mie vacanze tra Puglia e Veneto, non mi sono di certo fatta mancare nessuna delle specialità locali. Questo quindi è certamente il periodo del “recupero”: dieta più sana, sport regolare.                                           Ma… un piccolo sgarro ogni tanto non può mancare e quindi ho ceduto alla tentazione di preparare un dolce semplice e fresco, con crema pasticcera e la frutta di stagione che ancora per poco troveremo sui banchi del mercato.

Ingredienti:  per la pasta frolla: 250 gr di farina, 2 tuorli, 125 gr di burro, 100 gr di zucchero a velo, 1 bustina di vanillina, 1 pizzico di sale;                                                                                                                                                                   per la crema pasticcera: 8 tuorli, 80 gr di farina, 160 gr di zucchero, 1 litro di latte, buccia di 1 limone;                                 per la copertura: 1 kg di uva bianca, 3 pesche noci.

Iniziamo a preparare la frolla. Frullo nel mixer la farina, il burro ancora freddo e un pizzico di sale. Aggiungo lo zucchero. Dispongo l’impasto su una spianatoia formando la classica “fontana” e aggiungo i tuorli d’uovo e la vanillina. Amalgamo il tutto fino a ottenere un impasto compatto, formo una palla, l’avvolgo nella pellicola trasparente e la lascio riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparo la crema. In una terrina sbatto i tuorli, unisco lo zucchero e la farina facendo attenzione a mescolare accuratamente con un mestolo di legno. Aggiungo la buccia di limone grattugiata. Nel frattempo faccio intiepidire il latte. Metto il composto in una pentola e unisco lentamente il latte continuando a mescolare.                   Sempre mescolando accendo il fuoco (basso!) e porto a ebollizione. Dal momento in cui comincia a bollire, lascio cuocere un paio di minuti, avendo cura di mescolare continuamente. Spengo il fuoco e continuo a mescolare per un paio di minuti. Mentre aspetto che la crema si raffreddi, stendo la pasta frolla su una spianatoia infarinata fino a ottenere un cerchio della misura giusta per foderare uno stampo di 28 cm. Fodero lo stampo con carta da forno e dispongo sopra la frolla già stesa. Bucherello il fondo con una forchetta, copro con un altro foglio di carta da forno e verso all’interno dei fagioli secchi. Inforno a 180° per 20 minuti circa. Quindi sforno, tolgo la carta con i fagioli, aspetto che la frolla si raffreddi, verso all’interno la crema pasticcera e decoro con gli acini di uva tagliati a metà e le pesche tagliate a fettine.

 

Al Trabucco da Mimí

Tutto il bello e il buono del mare, in un ambiente unico, suggestivo e indimenticabile.
Tavoli di legno, reti e oggetti per la pesca appesi qui e lá: siamo su un vero trabucco, uno dei pochissimi ancora attivi da queste parti.
Si ordina al banco, si prendono tovagliette di carta, posate e bicchieri e ci si accomoda al tavolo indicato. I piatti ordinati arriveranno direttamente al tavolo, insieme a pane, acqua e vino, portati da camerieri giovani, veloci e gentili. Pesce e verdure, pochi piatti semplici ma eseguiti benissimo.
Insalata di polpo tenero e saporito, spaghetti con le vongole, gamberi crudi freschissimi, fritto di calamari e un’imperdibile melanzana ripiena.
E se volete rendere il vostro pranzo o la vostra cena davvero indimenticabili, non perdete l’occasione di assistere o addirittura partecipare attivamente alla pesca sul trabucco.
Se siete di passaggio nel Gargano una tappa da Mimí è davvero irrinunciabile, ma prenotate per tempo perché é sempre pieno!

Al Trabucco da Mimì
Località Punta San Nicola – Peschici (Gargano)
0884.962556

P1000293leggera

gamberi trabucco mimì

menù trabucco mimì

melanzane trabucco mimì leggera

P1000303

Cous cous con gamberetti, guanciale e punte di asparagi al profumo di limone

Nonostante per molti le vacanze siano giunte al termine e la routine ricominciata già un po’, possiamo ancora goderci le temperature estive privilegiando cibi leggeri e gustosi.                                                                                     Come questo piatto che vi propongo oggi. Adoro il cous cous perchè è versatile e si può condire in tantissimi modi diversi. Mi piace soprattutto con le verdure (che io adoro cotte”al dente”) e i crostacei, ma lo preparo spesso anche con il pollo, i filetti di pesce e, addirittura, in versione dolce con la frutta, per un dessert originale.

Ingredienti: 2 bicchieri di cous cous, 200 gr di gamberetti, 100 gr di guanciale, 200 gr di punte di asparagi, 1 cipollotto fresco, 1 limone, qualche foglia di menta, olio evo, sale.

Tritate finemente il cipollotto e fatelo appassire in padella con un filo di olio. Aggiungete il guanciale tagliato a listarelle e fate dorare per qualche minuto. Aggiungete i gamberetti e infine le punte di asparago (io le metto alla fine perchè mi piacciono belle croccanti). Aggiustate di sale e sfumate con il succo di metà limone. Grattugiate in padella anche la buccia e spegnete il fuoco.

Mettete il cous cous in un recipiente e copritelo con 3 bicchieri di acqua tiepida in cui avrete spremuto il succo del mezzo limone rimasto. Coprite e lasciate gonfiare. Dopodichè sgranatelo con l’aiuto di una forchetta, aggiungete un cucchiaio di olio e la menta sminuzzata. Unite a questo punto quanto cotto in padella, mescolate bene e fate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.