Per un’amante del mare e del buon cibo come me, questo posto è davvero un sogno.

Moreno Cedroni non ha bisogno di presentazioni, ma è sempre un piacere poter raccontare la storia di una passione che si è trasformata in un successo internazionale.
Nato ad Ancona, 2 stelle Michelin, proprietario di tre locali (La Madonnina del Pescatore e Anikò a Senigallia e Il Clandestino a Portonovo), Cedroni è uno chef innovativo, visionario, che ha creato la prima salumeria di mare e reinterpretato il sushi giapponese, creando il susci alla mediterranea.
Di tutti i suoi locali Il Clandestino, incastonato nella spiaggia di Portonovo, circondato da scogli bianchi, mare turchese e vegetazione incontaminata, è sicuramente il mio preferito.
Qui si mangia su tavoli di legno e tutto è bianco e blu, nel rispetto dei colori della natura che ci circonda.
Tutti i tavoli sono davanti al mare e sembra quasi di avere i piedi nell’acqua.
Mi lascio cullare dalle onde, mi tuffo su un plateau di ostriche freschissime e il mare esplode anche in bocca.
Il menù è divertente, creativo come lo chef che lo cura e lo aggiorna continuamente.
Impossibile non lasciarsi tentare dal famoso susci, ma difficile anche non assaggiare i panini (davvero originali) e piatti classici rivisitati come la trippa di pesce o la polentina ai frutti di mare.

clandestinofrancescainthekitchen insalatapolpomorenocedronifrancescainthekitchen morenocedronifrancescainthekitchen morenocedronifrancescainthekitchenclandestino ristorabnteilclandestinomorenocedronifrancescainthekitchen suscimorenocedronifrancescainthekitchen trippapescemorenocedronifrancescainthekitchen

clandestinomorenocedronifrancescainthekitchen2 (2)