Questo è il genere di locale che vorrei avere proprio sotto casa. E sarebbero merende a base di ostriche e bicchierini di vino bianco ghiacciato.
Purtroppo il posto in questione si trova piuttosto fuorimano rispetto a dove vivo io, circa 1.700 km.
A Valencia per la precisione.
L’ho trovato per puro caso, come spesso accade con le cose preziose. Quasi nascosto in una via minuscola, anonimo con le sue due vetrine, o meglio portefinestre che dalla strada fanno vedere interamente l’interno: pareti bianche, banconi di legno e sgabelli alti lungo le pareti, pochi tavolini, un’atmosfera quasi ascetica, in contraddizione con il peccaminoso e godurioso argomento trattato: ostriche, tartare di pesce, vini fermi e bollicine.
Entusiasmante nella sua semplicità essenziale.

Cibo: ostriche freschissime, servite crude o cotte, tartare di pesce crudo, mini panini gourmet. E basta.
Ambiente: essenziale.
Servizio: vintage.
Consigliato: un entusiastico SI.

Bar Ostras Pedrin: Carrer de Bonaire, 23, València, Spagna